fiordalice

MUSICA CLASSICA E ARTE  2008

1927

Indietro  
Paul Hindemith - Kammermusik n.7 op,46  n.2
L'ultima composizione della serie, la Kammermusik n.7, op.46 n.2 Ŕ un concerto per organo e 11 strumenti a fiato con l'aggiunta di qualche violoncello e un contrabbasso. Hindemith lo compose per inaugurare il nuovo organo alla Radio di Francoforte (allora diretta da suo genero Hans Flesch), alla quale Hindemith dedic˛ l'opera. La radio mand˛ in onda la prima esecuzione del concerto nel gennaio 1928 con Reinhold Merten come solista. Si tratta del pi¨ grandioso e festivo di tutti i concerti, ed Ŕ l'unico concepito nella forma convenzionale in tre movimenti; inoltre Hindemith vi sfrutta pienamente le ampie possibilitÓ polifoniche dello strumento solista. Il primo movimento Ŕ una marcia piena di allegria, a volte di un comico senso di importanza; ma vi succede un ampio e profondamente espressivo movimento lento che esordisce con un lungo e meditativo assolo dell'organo. Mentre la musica evolve in una spaziosa fantasia polifonica, le tessiture orchestrali e l'atmosfera quasi religiosa di meditazione sembrano anticipare alcune sezioni della grande opera Mathis der Wafer di Hindemith. Il finale Ŕ una fuga rapida ed emozionante con un soggetto che tende a salire melodiosamente annunciato dalla tromba. L'organo ben presto conferisce al discorso un tono di grandezza, e il contesto contrappuntistico varia tra il leggero e il serio prima che la serie finale di stretti porti il concerto alla sua conclusione in un'atmosfera di vigorosa festivitÓ.

Copyright 2010 PAOLO FIORDALICE. Tutti i diritti riservati.