fiordalice

MUSICA CLASSICA E ARTE  2008

1908

Indietro  
Maurice Ravel - Gaspard de la nuit - Ondine
Gaspard de la nuit Ŕ il titolo di una raccolta di poemi in prosa di Aloysius Bertrand, poeta romantico "maledetto", terminata nel 1836 e pubblicata nel 1842, un anno dopo la morte precoce dell'autore. Contemporaneo di Edgar Allan Poe, Bertrand Ŕ anch'egli ossessionato dal demoniaco, dagli spiriti, da tutto quanto ha a che fare con la sfera del sovrannaturale.
E' Ricardo Vines, il pianista spagnolo che a Parigi presenta in prima esecuzione molte delle opere di Debussy e di Falla, che fa conoscere a Ravel la raccolta: il compositore modella allora su tre poesie di Bertrand altrettanti pezzi pianistici, attratto dalla possibilitÓ di sperimentare sottili trasfigurazioni alchemiche tra il linguaggio della poesia e quello della musica.
Terminato nel settembre del 1908, Gaspard de la nuit Ŕ presentato al pubblico per la prima volta da Vines, a Parigi, alla Salle Erard il 9 gennaio 1909.

Comune e la tecnica di scrittura nei tre brani: Ravel scrive musica che "ristagna", musica priva di uno sviluppo prcessuale e di un orientamento teleologico paragonabili a quelli - per fare un esempio - delle Sonate beethoveniane. Il compositore procede infatti per alterazioni continue delle cellule motiviche basilari, per ripetizioni che non sono mai letterali ma presentano ogni volta piccole varianti.

In Ondine applica la tecnica giÓ sperimentata in Jeux d'eau e Une barque sur l'ocÚan: dove una scrittura caratterizzata da rapidi arpeggi, da volate, dall'uso pervasivo del pedale, traduce in suoni l'elemento "acquatico".

Copyright 2009 PAOLO FIORDALICE. Tutti i diritti riservati.