fiordalice

MUSICA CLASSICA E ARTE  2008

1909

Indietro  

Maurice Ravel - Pavane pour une infante defunte

Pavane pour une infante defunte - per piccola orchestra
Irresistibile il fascino dolente e nostalgico che Ravel, con una trascrizione (1908) di traslucida leggerezza, conferisce alla disadorna linearitÓ della giovanile pagina pianistica (1899). La pavana, danza di origine probabilmente italiana (padovana) piuttosto che iberica (come pure da molti si ritiene), Ŕ qui chiamata a guidare con sottile malia il dipanarsi in una mesta evocazione, che Ravel sostenne non essere stata occasionata da nessun episodio reale. L'intenso clima elegiaco acquisisce, da una condotta armonica di sapore vagamente arcaico, accenti che proiettano la tenerissima melodia, esposta dai corni e poi ripresa altre due volte in nuove varianti timbriche impegnanti i fiati e gli archi, in un paesaggio di trasognate memorie.

Copyright 2009 PAOLO FIORDALICE. Tutti i diritti riservati.