fiordalice

MUSICA CLASSICA E ARTE  2008

1921

Indietro  
S.Prokofiev - Concerto n.3 do magg. op.26
La stesura del Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra occupò Prokof'iev per circa cinque anni, dal 1916 al 1921; la prima esecuzione ebbe luogo a Chicago, il 16 dicembre 1921, con l'autore come solista e la direzione di Frederick Stock. Il Concerto è in tre movimenti.
II primo è introdotto quietamente da un breve Andante, il cui tema di esplicito carattere russo, annunciato dal clarinetto senza accompagnamento, ricompare col ritorno dell'Andante dopo un Allegro in cui il tema secondario è intonato dall'oboe accompagnato dai pizzicati degli archi; nella ripresa dell'Allegro, primo e secondo tema vengono sviluppati brillantemente, sino a un'eccitante conclusione in crescendo.
Il movimento centrale è invece costituito da una serie di cinque variazioni su un tema in tempo di Andantino.
Il finale, Allegro ma non troppo, di un carattere toccatistico, affine a quello del movimento iniziale e contraddistinto da una scrittura di grande impegno solistico, incomincia con un tema staccato scandito dai fagotti e dai pizzicati degli archi, che viene interrotto dall'entrata spavalda del pianoforte. Opera traboccante di estro e di inventiva, ma anche perfettamente equilibrata e priva di cadute di tono, questo concerto, rapidamente divenuto il più popolare dei cinque concerti pianistici di Prokof'ev, fa ormai parte del repertorio di tutti i maggiori concertisti.

Copyright 2009 PAOLO FIORDALICE. Tutti i diritti riservati.